Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

img117

Una porzione de “la stanza rossa” di Matisse realizzata da me

Qualche settimana fa ho scoperto casualmente un’iniziativa davvero originale, divertente e utile soprattutto, chiamata Pippo Bianco Pippo Rosso!”.

Si tratta di una sorta di gioco, che prende il nome da Pippo che vuol dire PIccola Pinacoteca Portatile; questo è rivolto a bambini, genitori, insegnati, illustratori professionisti e non, e a chiunque avesse voglia di divertirsi disegnando avventurandosi nel colore in particolare con due: il rosso e il bianco.

Il gioco è stato organizzato e realizzato dalla libreria Spazio B**K,dall’editore Topipittori e da Spazio A- coworking, con la collaborazione di alcune scuole milanesi. L’obiettivo era quello di  raccogliere fondi per la realizzazione o l’arricchimento di biblioteche scolastiche di Milano.

Per partecipare bisognava scegliere un’opera d’arte nella quale il colore rosso o il colore bianco avessero secondo il partecipante una particolare importanza, riprodurre l’opera scelta con la tecnica, il taglio e l’inquadratura preferita e recapitarlo senza firme direttamente sul disegno ma solamente a parte. Ed è qui che arriva il bello…

Tutti i disegni raccolti sono stati messi in mostra Sabato 3 Dicembre in una sala dello Spazio A-coworking! in via Pollaiuolo 3 a Milano, in modo totalmente anonimo e venduti ad un’unica simbolica cifra di 5 euro indipendentemente dall’autore. Oggi 5 dicembre tutte le opere sono state pubblicate, con nome e cognome degli artisti, QUI e così coloro che li hanno acquistati potranno scoprire chi è l’autore dell’illustrazione che hanno comprato, se un famoso illustratore, un hobbysta o perchè no…un bambino di 5 anni !

Ho trovato subito questa iniziativa divertentissima e non ho potuto non parteciparvi, vista anche l’utilità reale dato che tutti i proventi si trasformeranno in un buono acquisto spendibile presso la libreria Spazio b**k, per acquistare libri da destinare all’arricchimento della bibliotechina scolastica degli enti selezionati.

L’illustrazione che ho proposto è stata una porzione del quadro ” La stanza rossa”  di Henri Matisse, dipinto olio su tela nel 1908, che si trova attualmente nel Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo. La scelta è ricaduta su quest’opera ovviamente per la predominanza del colore rosso richiesto dall’iniziativa, usato con purezza e luminosità come amava fare Matisse, il quale è anche uno dei miei artisti preferiti.

henry-matisse-la-stanza-rossa-1

La stanza rossa – Matisse

Mi sono cimentata per la prima volta nella “copia” di un’opera d’arte già esistente, spero pertanto sia piaciuta comunque a qualcuno….e soprattutto l’abbia portata a casa con sé ! Proprio per questo lancio un appello: AAA CERCASI COLUI O COLEI CHE HA DECISO DI PORTARSI A CASA QUESTA PICCOLA ILLUSTRAZIONE VISITANDO LA MOSTRA SABATO 3 DICEMBRE. CHIUNQUE SIA MI CONTATTI QUI TRA I COMMENTI OPPURE SCRIVENDO A serena.cendron@libero.it . MI FAREBBE VERAMENTE PIACERE RINGRAZIARLO/A !

15311052_10210027201750166_562049550_o

Annunci