And the winner is…

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

serena cendron prima classificata.jpg

Ebbene si, anche se con un po’ di ritardo causa recupero materiale da poter postare, vi comunico che mi sono aggiudicata il 1° Premio al Concorso Nazionale d’Arte – Sezione Pittura “LA COULEUR D’UN POEME ” istituito da Immaginearte.
L’opera con la quale ho potuto raggiungere questo risultato è “Kaleidoscopio”, della quale potete trovare QUI tutte le informazioni.

Serena Cendron - Kaleidoscopio

 

La premiazione si è svolta a Milano presso la Casa Museo Galleria d’Arte SPAZIO TADINI, un luogo davvero ricco di storia ed arte a 360gradi.

img258.jpg

Oltre l premio ricevuto, la mia opera è diventata l’immagine di copertina del volume che raccoglie tutte le opere selezionate per il concorso.

Ringrazio Maria Grazia Vai presidente del Premio, il Maestro internazionale d’arte Mario Salvo, presidente della sezione artistica del Premio e tutti coloro che hanno fatto parte della giuria. L’emozione è stata davvero tanta, così come la voglia di continuare a seguire la mia passione anche quando nessun vento sembra favorevole. Perseverare, creare e sperimentare sempre.

 

Annunci

Passione Tim Burton part.2

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Forse sarebbe stato troppo banale scrivere questo post il 31 ottobre visto il tema che andrò a trattare. (C’ho pensato su instagram infatti… anzi se vi va di seguirmi il mio profilo è serena.cendron).

Per questo ho deciso di pubblicare, a distanza di giorni, un’altra illustrazione dedicata sempre ad un film di Tim Burton. Questa volta si tratta di un classico, datato 2005, ovvero “La sposa cadavere” diretto appunto sempre da Tim Burton e da  Mike Johnson. Ho deciso di reinterpretare, a modo mio, la protagonista : Emily,la sposa cadavere.

serena cendron tim burton la sposa cadavere2.jpg

 

Consiglio, a chi non l’avesse ancora fatto, di visionare questo capolavoro (che chiaramente a ridosso di Halloween troviamo sempre in onda in qualche canale) ma che si adatta benissimo a qualsiasi periodo dell’anno. Dopotutto stiamo parlando di una pellicola che è stato candidata anche all’Oscar 2006 come miglior film d’animazione !

Alla prossima… che non sarà ancora terrificante, ma con una bella notizia da poter condividere con voi lettori 😉

 

Passione Tim Burton

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Serena CEndron Tim Burton Dumbo.jpg

Se dovessi descrivere in una sola parola Tim Burton direi semplicemente “Genio”. Da vera appassionata della sua arte (anzi dovrei usare il plurale visto tutto ciò che sa fare, dal regista al disegnatore e tutto il resto) attendo sempre ogni suo film con ansia.

Questa volta ho deciso di ingannare l’attesa (che purtroppo non è brevissima) realizzando un’illustrazione dedicata al suo prossimo film ovvero “Dumbo”.

L’uscita è prevista per marzo 2019.

Serena Cendron Tim Burton Dumbo 2.jpg

 

 

 

Inquietudine tentacolare

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Serena Cendron - Polpo illustrazione.jpg

“Amo i colori, tempi di un anelito inquieto, irrisolvibile, vitale, spiegazione umilissima e sovrana dei cosmici “perché” del mio respiro”

Alda Merini

Abstract

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quando hai una tela che non ti piace e allora le destrutturi. Ne fai tanti strati, finchè non esce qualcosa che sembra fatto a caso. Ma ha la sua armonia e finisce per rappresentare qualcosa che avevi in mente senza saperlo.

serena cendron astratto.jpg

Acrilico e vernice luminescente su tela

 

L’arte astratta non esiste. Devi sempre cominciare con qualcosa. Dopo puoi rimuovere tutte le tracce della realtà
(Pablo Picasso)

IMG_2136

Dettagli al buio

 

Moto perpetuo

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ri eccomi ! Ne approfitto di questa giornata di sosta per pubblicare qualcosa di nuovo, seppur poco sofisticato, che ho realizzato in questi giorni dove le idee e i progetti sono veramente molti.

Ammetto, questa estate dal punto di vista creativo si sta rivelando molto proficua, soprattutto perchè sto mantenendo un quotidiano allenamento nella ricerca di novità sulle quali lavorare. E a proposito di novità, che però non posso ancor svelare, questo autunno sappiate che ce ne saranno di buone sicuramente.

Vorrei dirvi anche che sta prepotentemente tornando in me la voglia di scrivere (Freegnacce ho sempre detto che sarà il mio primo e unico libro, ma ha dato vita anche ad un amore per la scrittura umoristica che rispecchia la mia natura e che non posso limitare !)

E ritornando a ciò che ho realizzato tra la preparazione di un progetto e l’altro, eccovi un’opera che inconsciamente un po’ descrive il mio stato d’animo attuale. Una partenza, che per ora è solo figurata, in un mare un po’ in tempesta che rappresenta appieno lo spirito creativo, in continuo movimento.

 

IMG_0245.jpeg.jpg

Acrilico su legno

 

Lamborghini

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questo è il mio ultimo lavoro per un concorso a tema “Lamborghini”.

Pur non essendo un argomento a me congeniale, ho provato comunque a cimentarmi. L’esito non è stato positivo, ma pubblico ugualmente in risultato che va comunque ad aggiungersi ad un allenamento costante che verte (spero) a migliorarmi.

serena cendron lamborghini.jpg

Tecnica : Acrilico su legno con applicazioni

 

20180623_133423

Dettagli applicazioni

Disponibile per la vendita. Se interessati contattatemi in privato per qualsiasi informazione a riguardo.

 

 

 

 

 

Gesso e pallet

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

serena cendron gesso legno 3 .jpg

Non sarà un grande titolo, ma è la sintesi dei materiali che ho utilizzato per realizzare questo mio ultimo lavoro. La base infatti è un piccolo pallet, che a dirla tutta sarebbe in realtà un tagliere, sul quale ho applicato delle forme che ho creato con il gesso e successivamente colorato con degli acquerelli.

serena cendron gesso legno.jpg

 

Non sento necessiti di altre spiegazioni, è stato un po’ un esperimento per provare a realizzare qualcosa sempre di polimaterico con materiali che, avevo si usato già in precedenza come il gesso, ma non per dei quadri.

 

Blue Onions !

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rieccomi qui dopo un bel po’ di assenza tra le pagine di questo blog. Nessun abbandono, solo nuove idee da concretizzare, progetti da preparare e ogni tanto giorni di sindrome da foglio bianco.

Ritorno però con un nuovo lavoro, realizzato nell’ultimo periodo, con il quale ho partecipato al concorso “La natura incontra l’arte” organizzato dall’associazione Althedame di Este. Si trattava di un concorso nazionale suddiviso in molteplici sezioni dalla poesia alla musica, dalla fotografia alla pittura.

26992537_1249365418529651_7941025882371308294_n.jpg

L’opera con la quale ho partecipato si chiama “Blue onions” un nome insolito, ma che ha il suo preciso significato. Essendo La natura incontra l’arte il tema della competizione ho deciso ovviamente in primis di rappresentare un qualcosa che avesse a che fare con la natura, inserendola però concretamente anche nell’utilizzo del materiale con il quale ho eseguito il dipinto.

Infatti, ispirandomi alla tecnica ispirata dal metodo di Bruno Munari ( che avevo già precedentemente citato in un altro mio post qui) oltre ai pennelli per dipingere, ho utilizzato dell’insalata, del radicchio di Castelfranco, del finocchio e delle cipolle. Da qui la scelta del titolo !

A gennaio mi è arrivato il responso del concorso che mi ha visto tra i dieci finalisti e che mi ha permesso di esporre la mia opera nella preziosa location che è l’Aula Magna dell’Ex Collegio Vescovile ad Este presso il Chiostro SanFrancesco. Il Vernissage con annesse premiazioni si è svolto sabato 10 Marzo e vi allego qui delle foto dell’evento.

Credit Althedame

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Puro svago

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quando non devo lavorare ad un progetto, che sia per un concorso o altro, cerco anche in assenza d’ispirazione di mantenermi allenata creando bozzetti, prove di colore e carte nuove.

Arrivavo da un bel po’ di giorni di “foglio bianco” e pur non avendo nessuna idea ho iniziato a stendere qualche macchia di colore con gli acquerelli facendomi un po’ guidare da dove l’acqua li portava. Solo così, in corso d’opera, mi è venuta la voglia di crearci un volto. Giusto uno schizzo, un bozzetto che potrebbe ,perchè no , tornarmi utile lavorandoci ancora. L’importante ho capito che è, come dicevo all’inizio, tenersi allenati sempre.

Come costante perenne ovviamente per chi mi conosce, i fiori (di magnolia !!) non potevano mancare nemmeno in qualcosa di fatto così al volo.

 

Serena Cendron Volto fiori.jpg