Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Probabilmente questo nuovo post sembrerà un miraggio vista la mia lunga assenza, invece eccomi di nuovo qui e con una scusa plausibile.

L’ultimo mio articolo su questo blog come potete vedere risale a fine maggio, periodo nel quale avevo iniziato la stesura di quello che in questi giorni ha preso vita a tutti gli effetti : il mio primo libro.  Proprio per questo ho cercato di dedicare tutto il mio tempo libero a questo nuovo piccolo progetto, che (inaspettatamente) sono riuscita a portare a termine, attraverso ricerche e continue prove che mi hanno portato alla totale assenza da questo blog. Come suggerisce il titolo di questo articolo, il libro si chiama “FREEGNACCE- Pensieri in libertà”. “Freegnacce” nasce da pesanti pressioni, per non dire angherie, da parte di amici che mi esortavano da tempo a scrivere un libro, una raccolta di tutte le fesserie che puntualmente sparo ogni giorno. Essendo chiaramente mia la reputazione, e la consapevolezza di non avere fondamentalmente abilità tali da riportare nero su bianco qualcosa da rendere pubblico a terze persone, ho sempre desistito. Poi, stanca di soccombere, ho ceduto. Ho cercato di raccogliere pensieri riguardanti la quotidianità di ciascuno di noi, senza nessuna pretesa di insegnare o sapere qualcosa in più degli altri, ma magari con la speranza di poter strappare un sorriso. Il titolo “Freegnacce” l’ho scelto volutamente modificando il termine aggiungendo una “e” per dargli un significato di libertà (free) e non seguendo nessuno schema né argomento preciso. In quanto “fregnacce” tutto è fondato su una sostanziosa base di leggerezza, che ho cercato di dosare trattando temi più o meno seri, sperando di non essere sfociata nella banalità (che è tutt’altro).

Prima di darvi tutte le indicazioni riguardo il suo contenuto e le modalità di acquisto, per chi vorrà farlo, ci tengo a spendere due parole per quanto riguarda la pubblicazione. Questo è la mia prima (e probabilmente ultima) esperienza nel campo della scrittura e, consapevole del fatto che sicuramente c’è da migliorare sotto diversi aspetti, ho deciso di mia totale e spontanea volontà di non proporre questo scritto a nessuna casa editrice bensì di autoprodurmi (si dice così no?) attraverso il self publishing. Insomma per ora mi auguro riesca a piacere a chi deciderà di acquistarlo e poi in un futuro magari chissà…

copertina definitiva parentesi 1

Copertina “Freegnacce- Pensieri in libertà” di Serena Cendron

SINOSSI

Che cosa succederebbe se tutti noi iniziassimo a smantellare la nostra quotidianità, e tutto quello che ci viene proposto dai media e da chi ci circonda, semplicemente armati di ironia? Molto probabilmente inizieremmo a prenderci maledettamente meno sul serio, dando il giusto peso alle cose, rivalutando le priorità della vita e, forse, sorridendo di più. “Freegnacce – Pensieri in libertà” ha esattamente questo scopo, farci sorridere. Una serie di brevi monologhi incentrati sulla vita di tutti i giorni che a volte diviene surreale, sul nostro modo di vivere che spesso di trasforma in “sopravvivere”. Pensieri volanti sui temi più disparati: dal condizionamento che gli oroscopi provocano nel genere umano, alla triste sorte di alcuni miti dei cartoni animati, passando per la spasmodica mania delle fotografie e dei social network, e così via… Il tutto in chiave estremamente ironica, accompagnato da illustrazioni impulsive e divertenti, o canzoni rivisitate in modi impensabili. A volte ci dimentichiamo, anche quando qualcosa c’indispone, di quanto un piccolo sorriso possa fare bene a noi e a chi ci circonda. La nostra libertà inizia dalla nostra ironia… e autoironia!

E ora se volete non vi resta che avventurarvi, coraggiosi, nella lettura !

Potrete acquistare “FREEGNACCE-Pensieri in libertà” tramite le seguenti modalità

In versione digitale (quindi ebook) su: (cliccare sul nome per il link diretto)

In versione cartacea sempre su Amazon ai seguenti link

  • Per la versione cartacea con all’interno illustrazioni in bianco e nero, ad un prezzo inferiore, cliccare QUI
  • Per la versione cartacea con all’interno illustrazioni a colori cliccare QUI

 

retro copertina5

Quarta di copertina “Freegnacce-Pensieri in libertà” di Serena Cendron

Annunci