Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Alvearte - Serena Cendron.JPG

Per il titolo ho scomodato pure una pseudo crasi, tra alveare e (impropriamente) arte. Il tutto nasce mentre con la matita in mano cercavo ispirazione, fissandola  in alternanza al vuoto. Finchè, osservando la forma esagonale della matita, ho pensato di poter  in qualche modo creare qualcosa ad incastro e mi sono venuti in mente subito gli alveari.

Proprio partendo da questa idea ho volute creare un qualcosa di meticoloso dal punto di vista della scelta dei materiali e composizione, mantenendo però l’imprecisione nella sua realizzazione per conservare l’aspetto “naturale” dato dall’idea iniziale ovvero l’alveare stesso. Da qui nasce la volontà di tagliare ogni singolo pezzo, uno per uno senza misure standard, dando unicità ad ogni singolo tassello in termini di altezza e circonferenza. Stesso discorso vale per la diversità dei colori (in termini di durezza e tipologia,seppur tutti a matita) utilizzati.

Ovviamente prima che mi si scateni l’ira funesta di tutti i creativi, vorrei dire che per quanto i tasselli superino i 1700 pezzi , ho utilizzato matite del paleolitico (dalle mie elementari ad oggi praticamente, essendo un accumulatrice seriale in tal campo) senza distruggere nessun prodotto nuovo solo per il gusto di creare (e sprecare).

Se avessi voluto avrei impiegato la metà del tempo tagliando più pezzi alla volta, livellandoli alla stessa misura una volta incollati sul supporto…ma non sono fatta per lo stile “prodotto industriale” a costo di perdere diottrie e….tanta pazienza !

Alvearte- Serena Cendron